Paradontologia

Laser: quando la semplicità è sinonimo di rapidità

Domanda: Il laser può guarire le gengive malate?

Il laser Nd:YAG (Fidelis plus) è uno strumento molto adatto nella cura delle gengive, agisce tramite una sottile fibra che arriva dentro le tasche gengivali provocando l’eliminazione dei batteri e di un sottile strato della gengiva infiammata. Si va così verso una rapida guarigione.

Domanda: Si sente dolore?

Assolutamente no. Il laser Nd:YAG agisce infatti con un impulso molto delicato che "vaporizza" i batteri e lo sporco della tasca, non è necessaria anestesia.

Domanda: Quante sedute sono necessarie?

Sono necessarie almeno 4 sedute dal dentista, senza fare anestesie perché la cura è indolore. Non si ha bisogno di eseguire tagli sulle gengive perché la fibra sottile penetra dolcemente nella tasca e non si devono mettere i fastidiosi punti finali.

Domanda: Che tipo di risultato avrò?

Già nei primi trattamenti col Nd:YAG le gengive riprendono il loro colorito roseo, non sanguinano più, i denti non vacillano, l’odore di alito cattivo che si avvertiva scompare, le tasche riducono la loro profondità e spariscono.

Domanda: Se i denti vacillano: laser o terapia tradizionale (bisturi – curettage)?

Sicuramente la terapia col laser da dei risultati sorprendenti, in assenza di dolore e di anestesia, richiede però una notevole competenza da parte del dentista che la effettua. Solo una accurata visita del dentista di fiducia vi potrà indirizzare verso quale terapia effettuare.

 

Chirurgia dentale
Chirurgia con laser
Share by: